Default 728x90
Default 728x90
Default 728x90
Default 728x90
Default 728x90
Apre il primo Parco letterario della Lombardia! Apre il primo Parco letterario della Lombardia!
Dopo quasi quattro secoli dal matrimonio più famoso della letteratura italiana, quello di Renzo e Lucia, gli scenari e le ambientazioni che hanno fatto... Apre il primo Parco letterario della Lombardia!

Dopo quasi quattro secoli dal matrimonio più famoso della letteratura italiana, quello di Renzo e Lucia, gli scenari e le ambientazioni che hanno fatto da sfondo alla storia dei Promessi Sposi, ma anche alla creazione e al lavoro dello scrittore, entrano a far parte di un’area naturale protetta. Il Parco dell’Adda è la ventunesima area appartenente alla rete dei parchi letterari, la prima della Lombardia, ed è nata dal desiderio del Parco dell’Adda di valorizzare la figura di Alessandro Manzoni che, in questi luoghi, è cresciuto, ha vissuto e ha lasciato un segno tangibile nelle sue opere. I comuni coinvolti, tra cui, oltre a Trezzo sull’Adda, Lecco, Galbiate, Merate, Casirate d’Adda, Vercurago, Cassano d’Adda e Canonica d’Adda, hanno inoltre messo a disposizione dello stesso Parco Letterario tutte le strutture che conservano traccia della storia del grande Alessandro Manzoni.

Cosa sono i parchi letterari?

Da oggi anche la Brianza ha il suo Parco Letterario. I Parchi letterari sono itinerari che attraversano luoghi di vita e di ispirazione dei grandi autori. Puntano alla valorizzazione sia dell’autore che del territorio dove è passato e ha lasciato traccia. Servono a creare indotto economico e fruizione. Sono, soprattutto quando gestiti con entusiasmo viste le poche risorse disponibili, importantissimi per far vivere in modo semplice e accattivante anche per i giovani, la letteratura attraverso il territorio.

“Ora potremo fregiarci di questo qualificante logo – dice entusiasta Giuseppe Petruzzo – ma non basta. Abbiamo già grandi idee di crescita per questa nuova realtà, come aprire l’archivio storico di Casirate donato da Monsignor Rota al Comune e creare il baratto libero del libro in collaborazione con le biblioteche del territorio. E se avremo qualche risorsa, faremo anche un percorso letterario con i passi fondamentali dei Promessi Sposi all’interno del Parco. Anche per riavvicinare i giovani a questa difficile ma fondamentale opera della nostra letteratura”.

redazione